TERRITORI INCANTEVOLI

La Sicilia orientale

Nella Sicilia orientale si trova Siracusa, luogo affascinante e suggestivo che Cicerone definì “la più bella città della Magna Grecia”,conserva intatti i segni della sua storia di capitale culturale a partire dall’età greca sino al periodo rinascimentale e barocco.
Patrimonio Unesco dal 2005, la città sorge nella cornice di un suggestivo porto naturale, chiuso a levante dalla penisola di Ortigia e alle spalle dall’altopiano dell’ Epipoli. 

Fondata nel 734 a.C. da coloni corinzi e frequentata fin dall’antichità da mercanti greci e fenici, Siracusa godette di un periodo di grande fortuna politica e splendore culturale al pari di Atene e Alessandria fino alla conquista romana del 212 a.C. quando iniziò la sua decadenza  e, nei secoli successivi, fu conquistata da arabi, bizantini, normanni, svevi e nel XIV secolo dagli aragonesi. 

La città conserva in ogni angolo le testimonianze del suo passato. 

Stile greco, romano e barocco si fondono in uno scenario irresistibile che racconta millenni di storia partendo dal nucleo più antico: la penisola di Ortigia, un piccolo paradiso che affiora dalle acque del mar Ionio lungo la costa orientale della Sicilia. 

L’isola,  dell’estensione di circa 1 chilometro quadrato, è collegata da due ponti percorribili in auto e a piedi e ospita edifici provenienti da diverse epoche e diversi popoli che l’anno abitata e creano un insieme unico di cultura e tradizioni. Dell’importantissimo periodo Ellenico magnifiche testimonianze sono rappresentate da opere e reperti preziosi tra cui il Tempio di Atena i cui  resti si fondono con l’attuale duomo edificato nel ‘600 in pieno stile barocco. Questa imponente costruzione si erge nell’omonima Piazza Duomo che, insieme a Piazza Montalto, rappresenta uno dei centri nevralgici dell’isola. Ad esso si uniscono i resti del Tempio di Apollo probabilmente il più antico tempio dorico dell’Occidente greco trasformato, nel corso dei secoli, in una chiesa bizantina e una moschea araba, una chiesa normanna e – persino – una caserma spagnola.  

Bellissimo edificio barocco è la chiesa di Santa Lucia alla Badia, un tempo parte di un convento e da diversi anni sconsacrato e sede dell’esposizione di una splendida opera d’arte di Caravaggio, il Seppellimento di Santa Lucia.  

Tra le tante bellezze architettoniche della Sicilia orientale, da visitare c’è sicuramente anche  il castello Maniace, che sorge sulla punta estrema dell’isola, un tempo considerata una posizione strategica per monitorare ciò che accadeva in mare aperto e utilizzato per scopi militari. 

Di particolare interesse anche la Fonte Aretusa, uno specchio d’acqua in cui avviene l’incontro tra la dolce e quella salata del mare che ricorda il famoso mito greco di Aretusa e Alfeo e rappresenta, con le sue innumerevoli piante di papiro presenti, uno dei due unici papireti esistenti in Italia.

 Di particolare interesse storico paesaggistico la spettacolare passeggiata della Marina e la porta Marina, antico ingresso dal mare, che conserva evidenti resti arabi nella propria facciata, senza dimenticare il dedalo dell’antico quartiere giudaico della Giudecca.

Visitare Siracusa, visitare Ortigia, visitare la Sicilia orientale  è, dunque, l’occasione imperdibile per  fare un tuffo in un passato ancora intatto, lontano dalla routine e dai clamori della città, per conoscere i segreti di questo magico luogo tutto da scoprire ricco di arte, tradizione e cultura.

Foto © Giuseppe Aliano

Dimore delle Zagare Ortigia

DIMORE DELLE ZAGARE

Camere & Suites

Vantaggi & Promozioni

prenotando dal Sito Web

SCOPRILI

clicca su prenota adesso e scegli le date preferite >

PRENOTA ADESSO
close

PROMO

Eventi Luglio 2021

Iscriviti per ottenere il tuo sconto esclusivo e ricevere aggiornamenti sui promozioni e offerte!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.